12 Lug 2019

BY: Martina Pillon

Come la consulenza di coppia può aiutare una coppia in crisi

Carlo e Giulia (nomi di fantasia) si sono presentati in Studio perché erano in un periodo difficile della loro vita di coppia: i figli stavano crescendo ed iniziavano ad essere maggiormente autonomi; la loro comunicazione marito-moglie era assente e compromessa da continue liti; la vita sessuale era quasi del tutto assente e poco soddisfacente; la rabbia e il rancore avevano preso il sopravvento e non lasciavano spazio a nuovi bei momenti vissuti insieme.

Prima della separazione, Carlo ha trovato il mio contatto su internet e ha deciso di fare un tentativo, di comune accordo con Giulia, per tentare di salvare il loro matrimonio con la terapia di coppia.

Negli anni entrambi avevano imparato a lasciare da parte i propri bisogni personali e di coppia per dare spazio a quelli dei figli, con un senso del dovere che, nel tempo, era servito per coprire le reali problematiche.

La rabbia, lo stress ed il nervosismo di Giulia restavano inespressi e si convertivano in chiusura nei confronti delle continue richieste di attenzione del marito. Mentre, Carlo non si sentiva stimato, aveva una scarsa autostima e convertiva le sue insicurezze in impulsività e agitazione nei confronti di Giulia.

Attraverso il percorso insieme, abbiamo potuto lavorare sui loro sentimenti, portando alla luce i “non detti” che pesavano sul loro amore e che non consentivano di continuare a vivere la loro relazione.

Carlo e Giulia hanno imparato delle strategie per comunicare al meglio anche al di fuori del mio Studio e questo ha fatto in modo che anche la loro vita intima rinascesse con nuova consapevolezza.

Quante altre persone potrebbero rivedersi nelle difficoltà di questa Coppia?

Ringrazio “Carlo e Giulia” per aver consentito di parlare della loro storia, con la volontà che fosse da ispirazione per i tanti che non hanno ancora trovato il coraggio di chiedere un aiuto per ricostruire il loro rapporto.
Intanto, ecco i miei suggerimenti per chi sta affrontando un periodo di crisi, ma non vuole “mollare”:

  • non lasciate che i figli rubino il giusto spazio per la coppia, prima che genitori siete innamorati;
  • imparate ad ascoltare l’altro e a mettervi nei panni di chi vi sta accanto, non smettete di esercitarvi su questo;
  • aiutatevi a comprendere dove sbagliate a comunicare, non “chiudetevi la porta in faccia”;
  • non aspettate di chiamare lo Psicologo come unica e ultima possibilità per far andare meglio il rapporto, contattate un professionista quando capite che non riuscite a stare bene, questo vi porterà a stare meglio in meno tempo e con più serenità.
Lascia un commento

Side bar